06/03/2017 4.00

Presentati gli Internazionali di Tennis d'Abruzzo

Il Museo Michetti di Francavilla è stato teatro della presentazione degli Internazionali di Tennis Abruzzo. Torneo del circuito ATP Challenger Tour, che si disputerà sui campi del circolo Sporting Club di Francavilla al Mare dal 22 al 30 Aprile 2017.

A distanza di 25 anni dal Challenger che si disputò a Pescara, l’Abruzzo riabbraccia il grande tennis grazie a MEF tennis events, società specializzata in organizzazione di eventi tennistici professionistici del circuito ATP Challenger Tour e ITF Circuit, fra i quali gli Internazionali dell'Umbria, giunti all'undicesima edizione, gli Internazionali di Perugia e Gubbio.

Diverse tappe di avvicinamento a quella che rappresenterà una delle manifestazioni sportive di maggior rilievo ospitate dalla regione Abruzzo nella stagione 2017. Alla conferenza stampa erano presenti gli organizzatori di MEF tennis events con Marcello Marchesini in testa, insieme al direttore del torneo Luca Del Federico che ha fatto un po’ gli onori di casa insieme ai rappresentanti del Comune (sindaco Luciani e assessore Alibertini) e del circolo di riferimento (Francesco Ugolini). Due gli ospiti illustri di questa sorta di vernissage: il manager internazionale dell’ATP Vittorio Selmi e l’ex campione di tennis Francesco Cancellotti. Nutrita la partecipazione, a testimonianza che il tennis nella regione Abruzzo ha un richiamo enorme nei confronti degli appassionati. 

Marchesini: “Noi che veniamo da fuori Abruzzo notiamo subito che in questa regione c’è conoscenza e passione per il tennis, ecco perché portare qui un Challenger (montepremi $ 50.000,00 + H) è davvero un piacere”. 

Il presidente regionale della Fit Abruzzo-Molise Luciano Ginestra: “Poter ospitare un torneo di così grande livello, rappresenta un onore ma anche un fatto simbolico da non sottovalutare visto il periodo storico così particolare che sta vivendo la nostra regione”.

Francesco Cancellotti, ex numero 21 del mondo: “Questi Challenger servono a tanti tennisti giovani per farsi conoscere a livello internazionale. In genere siamo abituati a vedervi partecipare anche giocatori tra i primi 100 al mondo, in ogni caso chi riesce a vincere un Challenger poi può spiccare il volo verso traguardi di valore assoluto”. Il manager ATP Vittorio Selmi. “Il primo torneo vinto da Rafael Nadal tra i professionisti è stato il Challenger di Barletta – ha dichiarato Selmi – in appuntamenti di questo tipo spesso emergono le qualità di tanti giovani promettenti, dunque potenziali campioni del futuro”.

Del Federico: “Dobbiamo ringraziare tutti quelli che ci stanno supportando per l’allestimento degli Internazionali d’Abruzzo, dagli sponsor, alle istituzioni, al circolo ospitante. Ci aspettiamo un grande spettacolo di tennis, qui arriveranno atleti di enorme prospettiva, e sempre guardando al futuro gli Internazionali di Tennis d'Abruzzo saranno i primi di una lunga serie


Share your passion for tennis using #ita17